EconomiaNewsPolitica

Successo per “Delia Roots Fest-Lu Castiddrazzu 2024”

Il Sindaco di Delia, Gianfilippo Bancheri: 

Con la giornata di ieri, che ha visto coinvolti più di 60 visitatori qui a Delia, tra motociclisti, un numeroso gruppo di insegnanti, persone appassionate di trekking e anche persone di Delia intende a riscoprire il territorio in cui vivono, è giunto al termine il “Delia Roots Fest-Lu Castiddrazzu 2024”. Un grande Festival, nato dopo l’adesione dell’Amministrazione comunale all’associazione “I Borghi dei Tesori”, che in questi tre weekend di maggio, dall’11 al 26, ha esposto il nostro piccolo paese (insieme agli altri 45 borghi soci dell’associazione) a un flusso turistico inaspettato, grazie alle numerose attività organizzate in loco, tra le quali: – passeggiate turistiche seguendo itinerari diversi con la guida di Paolo Busub; – il laboratorio di cuddrireddri presso la nostra azienda “La Cuddrireddra di Delia Alaimo” con i meravigliosi Gioacchino e Melina, i quali, insieme ai loro figli, hanno creato momenti di entusiasmo e di divertimento, insegnando ai loro ospiti la lavorazione del nostro biscotto medievale; – “Vivere Lu Castiddrazzu”, la Teatralizzazione della Bella Castellana, copione creato dai fratelli Montebello, Totò e Lillo, posta in essere presso il nostro bellissimo Castello (che a breve sarà tutto illuminato dopo quasi trent’anni) dal gruppo di giocolieri di stendardi e tamburi dell’Associazione Folklore Petiliano, orgoglio per noi deliani; – le degustazioni di prodotti tipici a pochi passi da Delia presso il Forno del Borgo Santa Rita, della famiglia spinello. Un’esperienza nuova per Delia, ma entusiasmante che ci promettiamo di ripetere annualmente, nella convinzione che questo non è altro che un primo passo per fare entrare Delia in una grande rete turistica territoriale, esaltandone le innumerevoli qualità. Reputo doveroso, a conclusione di questa meravigliosa esperienza, fare i dovuti ringraziamenti: ringrazio, innanzitutto, Laura Anello, Marco Coico, Michele Ruvolo e Pasquale Tornatore per avere da sempre creduto nella nostra piccola Delia. Ringrazio il Dottore e amico Angelo Carvello, presidente della Proloco e instancabile tramandatore della Storia di Delia, e il gruppo di ragazzi che stanno svolgendo il Servizio Civile presso questo Ente, per la collaborazione attenta e puntuale. Ringrazio altresì Paolo Busub che ha narrato con passione la storia di Delia, facendo parlare le mura, i reperti, i monumenti del nostro paese che giornalmente viviamo; Un sentito “grazie” alla Fam. Alaimo per avere avuto il coraggio di investire sulla nostra tradizione e per l’amore e l’attenzione prestati nel tramandarla alle nuove generazioni. Un abbraccio ai membri dell’associazione folklore petiliano, orgoglio per noi deliani, per la professionalità e l’impegno messi in atto in ogni singola iniziativa volta a promuovere il nostro territorio. Infine, ma non per importanza, va il mio sentito ringraziamento all’assessore Deborah Lo Porto, la quale ha creduto fin dal primo momento nell’Associazione Borghi dei Tesori, volta alla promozione del territorio e al ritorno alle radici, e a questo Festival, impegnandosi ad organizzarlo nei minimi dettagli con la passione da sempre dimostrata, coinvolgendo un grande staff di ragazzi e ragazze che hanno collaborato perché credono ancora nel nostro territorio e sono pronti a scommetterci, impegnandosi giorno dopo giorno per migliorarlo. Grazie a tutti per avere partecipato a questa prima edizione e ci vediamo ancora più numerosi il prossimo anno!

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto