AttualitàCanicattìCronacaEconomiaNewsPolitica

Canicattì. Gli autobottisti si fermano, sindaco non ha firmato l’atto d’indirizzo del consiglio comunale 

Di Danila Bonsangue.
Il consiglio comunale di Canicattì, il 27 giugno, riunito in seduta straordinaria e aperta alla cittadinanza che ha partecipato in massa, ha approvato un atto d’indirizzo in cui fondamentale era il ripristino immediato del servizio autobotti ( anche quelle non censite da Aica). L’atto d’indirizzo non è mai stato firmato dal sindaco Vincenzo Corbo. Ieri 5 luglio, un autobottista non convenzionato e’ stato fermato e multato per la somma di 4 mila euro. Gli autobottisti hanno dunque incrociato le braccia e non stanno più portando acqua a Canicattì. Al momento quelli convenzionati sono: Lo Faso Angelo via Sandro Pertini n. 4 Canicatti’ (3313806028); Lo Presti Carmelo via Maria Saetta Canicatti’ (3398269104); La Marca Antonio via Sant’Orsola Canicatti’ (3488946689); Sga S.r.l.s. Di Parla Salvatore via San Biagio Canicattì, Marino Sandra e Lauricella.  Pochi per servire un’intera città, famiglie e attività nuovamente in ginocchio!

Di seguito l’atto d’indirizzo all’amministrazione comunale che il consiglio comunale ha votato al termine di una seduta fiume:

Articoli Simili

Torna in alto