NewsPolitica

Caltanissetta, Fratelli d’Italia: Si alla pista ciclabile, in difesa degli sportivi e dei cittadini che avranno il collegamento fognario 

In considerazione dell’intervento relativo alla realizzazione della pista ciclabile in Viale Stefano Candura, con consequenziale taglio degli alberi presenti nell’area interessata, il gruppo cittadino di Fratelli d’Italia per voce del consigliere comunale Gianluca Bruzzaniti, non intende prestare il fianco a strumentalizzazioni politiche di ogni sorta ed anzi interviene a difesa degli sportivi che sovente utilizzano l’area e soprattutto in difesa dei tanti cittadini residenti in quella zona, che grazie alla realizzazione della pista ciclabile, riuscirebbero finalmente ad avere una fondamentale opera d’urbanizzazione, ovvero il collegamento fognario, bloccando in tal modo, l’inquinamento delle falde acquifere, che nella zona insistono in superficie, causando un danno ambientale non di poco conto, a maggior ragione per il fatto che la zona di pian del lago costituisce una delle aree di approvvigionamento idrico anche per l’agricoltura, grazie alla presenza del pozzo comunale.

Infatti, il progetto per la realizzazione della pista ciclabile, prevede la realizzazione, a costo zero per le casse comunali, della rete fognaria in tutta l’area interessata, con grande soddisfazione dei numerosissimi cittadini residenti (circa duecento insediamenti abitativi), compiendo altresì, un piccolo se pur importante passo verso la civiltà urbanizzata,

Bruzzaniti ed il suo partito politico evidenziano la nota dolente di tale utile intervento di “civilizzazione”, ovvero l’esigenza di tagliare non un centinaio ma circa 20/30 alberi di alto fusto, che comunque, nell’era dell’ambientalismo più esasperato e della transizione ecologica, potrebbe sembrare, a molti, un passo indietro rispetto alle richieste di adeguamento “green” sempre più forti da parte della comunità europea.

Ritenendo entrambe le esigenze di meritevole interesse, gli scriventi intendono perorare il risultato più utile per la città ed i cittadini, ovvero il taglio degli alberi e delle piante cresciute spontaneamente dentro al canale di scolo delle acque meteoriche, e la consequenziale realizzazione della pista ciclabile, ma soprattutto della rete fognaria ed una idonea conduttura per lo smaltimento delle acque piovane.

Vero é che l’amministrazione comunale ha il preciso dovere di realizzare la rete fognaria in ogni zona della città in cui vi siano degli insediamenti e delle infrastrutture, a maggior ragione se chi vi vive e lavora, ha avuto l’obbligo di pagare gli oneri di urbanizzazione, ma questo é un tema ulteriore che il gruppo di Fratelli d’Italia affronterà nell’immediato futuro.

Oggi invece, gli scriventi, letti i comunicati stampa di pochi giorni fa, di Legambiente ed altre associazioni ambientaliste, nel quale si fa preciso riferimento all’impegno dell’amministrazione nel compensare gli alberi estirpati con la messa a dimora di un numero di gran lunga superiore, non comprendono il perché di tanto clamore nonché il perché si voglia ancora indugiare sulla realizzazione di un’opera che farebbe felici numerosissime famiglie residenti e sportivi.

Il gruppo di Fratelli d’Italia Caltanissetta chiederà ufficialmente gli atti relativi al progetto di compensazione del nuovo verde, e qualora lo stesso ancora disponibile, la sua celere redazione, in considerazione degli impegni già assunti dall’amministrazione comunale.

Il Circolo Cittadino Fratelli d’Italia Caltanissetta

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto