NewsPolitica

Arresto Matteo Messina Denaro, la politica: “Oggi finalmente respiriamo libertà”. Plauso dei sindaci  

“Con immensa gioia e commozione abbiamo appena appreso la notizia dell’arresto del super latitante Matteo Messina Denaro. La cattura è stata effettuata a Palermo dai carabinieri del Ros. Oggi è un giorno memorabile perché finalmente, dopo 30 anni di fuga, lo spietato boss di mafia è stato assicurato alla Giustizia. Con il cuore pieno di orgoglio, desidero esprimere a nome mio personale e della Comunità che mi onoro di rappresentare, le mie più vive congratulazioni all’Arma dei Carabinieri per questo storico risultato. Onore agli uomini e donne che, instancabilmente, lo hanno braccato e che oggi hanno messo fine alla sua latitanza. 16 gennaio: l’Italia dei Giusti ha vinto contro il malaffare.” Il sindaco di Canicattì Vincenzo Corbo.

(Arresto Messina Denaro, Brandara: “Cade l’ultimo boss, è una data storica”) 

“Oggi è una data storica. l’ultimo “re” della mafia è caduto.  Da trent’anni era introvabile, e poi lo hanno individuato, in una struttura clinica in pieno centro a Palermo, come un cttadino qualunque. Matteo Messina Denaro adesso potrà pagare per il male fatto a questa Terra. A tutti noi ora il compito, ognuno per la propria parte, di far compiere la profezia di Giovanni Falcone: la mafia è un fenomeno umano e come ogni fenomeno umano ha avuto un inizio e avrà una fine”. Lo dichiara il sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara

(Messina Denaro, Sindaco Agrigento, Miccichè: Oggi finalmente respiriamo libertà”)

L’arresto del capomafia Matteo Messina Denaro è una notizia straordinaria che mi riempie di gioia. Il 16 gennaio diventa un giorno storico. La cattura del boss, latitante da 30 anni, è una grande vittoria dello Stato e rappresenta una  svolta nella lotta alla mafia. Sono sindaco di un territorio dove la mafia di Matteo Messina Denaro, sia nell’epoca delle stragi che in quella più recente, ha fatto tantissimo male. Questa cattura rappresenta un grande riscatto per tutti noi siciliani. Oggi respiriamo profumo di libertà. Complimenti ai Carabinieri del Ros, ai Gis e a tutti gli inquirenti che hanno  lavorato incessantemente per raggiungere questo grandissimo risultato.

(Arresto Messina Denaro, Iacono (PD): “Fatta giustizia delle vittime innocenti”) 

“Trent’anni fa, il 15 gennaio del 1993, finiva in manette Totò Riina. Viveva in una villetta “protetta” in centro a Palermo. Da quel giorno iniziava la latitanza di Matteo Messina Denaro, arrestato oggi in una clinica del capoluogo siciliano. L’ultimo boss di una generazione mafiosa che ha le mani sporche del sangue di servitori dello Stato e di vittime innocenti, tra cui il piccolo Giuseppe Di Matteo. Questo arresto, giunto grazie al lavoro prezioso del Ros e della Procura di Palermo, non può che essere dedicato a loro e ai siciliani onesti e laboriosi”.

Lo dichiara in una nota la deputata del Partito Democratico Giovanna Iacono

(Matteo Messina Denaro, Cuffaro: “Giornata storica. Ancora una volta il bene vince sul male”) 

“Oggi è una delle giornate più belle per Palermo e la Sicilia, la  cattura di Matteo Messina Denaro rappresenta un momento storico che rimarrà scolpito nella memoria di tutti ed è una grande vittoria dello Stato, delle Forze dell’Ordine e di chi giornalmente, Istituzioni e cittadini, lavora e opera contrastando il potere mafioso. A 30 anni esatti dall’arresto di Riina, in manette finisce uno tra i latitanti più cercati nel mondo, mettendo fine così ad una estenuante e senza sosta ricerca che negli anni ha coinvolto tantissimi agenti, investigatori ai quali va il mio apprezzamento, quello di tutta la Dc. Ancora una volta il bene vince sul male”. Lo dichiara il commissario regionale della Dc, Totò Cuffaro.

( On. Giuseppe Catania- Deputato ARS – Gruppo FDI, Vice-Presidente Commissione Attività Produttive) 

Giornata storica per la Sicilia che afferma la presenza dello Stato. Sono state appena pubblicate delle prime agenzie che annunciano la cattura del super latitante Matteo Messina Denaro. Questa è una grande notizia ed è una giornata storica per tutta la Sicilia ed i siciliani. E’ un importante segnale per il riscatto dell’immagine della nostra amata terra. Da Vice presidente vicario della Commissione Attività Produttive all’ARS, convocata per questa mattina alle 11.00, aprendo la seduta ho voluto esprimere un grande plauso al procuratore distrettuale di Palermo, Maurizio de Lucia, ai magistrati che hanno coordinato le indagini e ai carabinieri del ROS che hanno eseguito l’arresto di Matteo Messina Denaro ed ho voluto esprimere vivo apprezzamento, a nome mio e di tutti i componenti della commissione stessa, a tutti coloro che hanno collaborato per il raggiungimento di questo storico risultato.L’auspicio è che il nostro tessuto economico, anche grazie a questo importante segnale di presenza dello Stato, possa sempre più emanciparsi dal peso, vincolante e distorsivo, della malavita organizzata che limita e rallenta lo sviluppo di questa nostra terra che invece ha grandi potenzialità da esprimere.

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto