CronacaNewsRaffadali

Raffadali. Suocero ferisce genero con un’ascia, carabinieri evitano tragedia

A Raffadali, venerdì sera, 21 giugno, dopo una discussione si è scagliato contro il genero ferendolo a colpi di ascia. Ad evitare il peggio, prima che ci scappasse una tragedia, sono stati i carabinieri della Compagnia di Agrigento. Un operaio quarantottenne è rimasto ferito alla testa. E’ stato soccorso dal personale sanitario del 118 e trasferito al presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio”, dove i medici in servizio gli hanno diagnosticato un trauma cranico e medicato una vistosa ferita al capo. Se l’è vista davvero brutta, ma per sua fortuna, non versa in pericolo di vita. I militari dell’Arma della Stazione di Raffadali hanno identificato l’aggressore. Si tratta di un sessantenne agrigentino. La sua posizione è al vaglio della Procura della Repubblica. A quanto pare, il sessantenne e il compagno della figlia si sarebbero incontrati per cercare o forse anche di trovare una soluzione ad alcune questioni familiari che nell’ultimo periodo avrebbero creato ansie e malumori. Durate il confronto sarebbero volate accuse, anche pesanti. Una parola tira l’altra, fino al punto che, il suocero dalle parole sarebbe passato alle vie di fatto. Ha tirato fuori l’ascia e avrebbe colpito il genero. All’arrivo dei militari dell’Arma l’oggetto da taglio non è stato trovato.

Articoli Simili

Torna in alto