CronacaNewsPorto Empedocle

Porto Empedocle: 2 condanne e 2 assoluzioni, colpi di spranga e tentato omicidio

Il gup del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha disposto due condanne e due assoluzioni nei confronti di quattro empedoclini coinvolti in una maxi rissa a colpi di spranga che ha causato il ferimento di due giovani di cui uno in maniera grave. Il giudice ha inflitto 4 anni e 10 mesi di reclusione ai fratelli Bruno e Cristian Pagliaro, 34 e 36 anni, accusati di tentato omicidio. Questi ultimi, così come i fratelli Davide e Salvatore Racinello, 27 e 29 anni, sono stati assolti dall’accusa di rissa. Il sostituto procuratore Giulia Sbocchia aveva invece chiesto la condanna di tutti gli imputati con pene comprese dai 3 agli 8 anni di reclusione. La rissa è avvenuta nel marzo dello scorso anno nel cosiddetto “Quartiere degli Indiani” e ha coinvolto le due coppie di fratelli. Questi ultimi, così come i fratelli Davide e Salvatore Racinello, 27 e 29 anni, sono stati assolti dall’accusa di rissa. Il sostituto procuratore Giulia Sbocchia aveva invece chiesto la condanna di tutti gli imputati con pene comprese dai 3 agli 8 anni di reclusione. La rissa è avvenuta nel marzo dello scorso anno nel cosiddetto “Quartiere degli Indiani” e ha coinvolto le due coppie di fratelli.

Articoli Simili

Torna in alto